C’è un po’ di Bergamo nella 37^ edizione dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics

3' di lettura 03/06/2022 - C’è anche un po’ di Bergamo, nella fattispecie un po’ di Volley Bergamo 1991, nella 37^ edizione dei Giochi Nazionali Estivi Special Olympics, che si terranno a Torino, dal 04 al 09 giugno.

E sarà merito dei ragazzi, dello staff, dei volontari di “1, 2, 3 adesso tocca a te”, che da dieci anni a questa parte si propone, in collaborazione con Scuola Pallavolo Bergamo e AIPD, Associazione Italiana Persone Down, di offrire un momento di sport e socializzazione a un gruppo speciale di atlete e atleti, a tutti gli effetti una costola dell’attività in seno al settore giovanile del Volley Bergamo 1991. L’iniziativa suona da suggello per le svariate collaborazioni e opportunità che nel tempo si sono succedute. In epoca pre Covid, tennero banco gli accordi stipulati con l’Accademia della Guardia di Finanza e con l’Università di Bergamo. In particolare, grazie a quest’ultima, fu consentito di portare allenamenti e gare nelle blasonate strutture del CUS di Dalmine.

A spiegare il programma, oltre che le aspettative riposte in una manifestazione chiaramente sentitissima, sono le parole di Mariella Stabilino, allenatrice e ideatrice del progetto “1, 2, 3 adesso tocca a te”: “Insieme a Valentina Nava, e a sei magnifici partner, alleniamo questo gruppo e siamo certamente emozionati, oltre che onorati di poter far parte di questa rassegna. Saranno cinque giorni intensi, aperti da una cerimonia d’apertura in grande stile. Seguiranno i giorni dedicati alle gare, con tanto di regolamenti adattati. Al di là del risultato finale, ogni performance rappresenta una vittoria personale. Tutti gli atleti presenti riceveranno una medaglia, ma non ho dubbi che la medaglia più bella sarà l’opportunità sportiva, relazionale, inclusiva ed emotiva che ognuno di noi si porterà a casa. Se poi arrivassero anche i risultati, vorrà dire che festeggeremo due volte”.

I Giochi Nazionali Estivi Special Olympics rappresentano il più grande evento nazionale di sempre, dedicato alle persone con disabilità intellettive, per numero di atleti coinvolti e discipline sportive. Coinvolgeranno infatti oltre tremila atleti, provenienti da tutta Italia, che gareggeranno in venti specialità: Atletica leggera, Badminton, Bocce, Bowling, Calcio a 5, Canottaggio, Dragon boat, Equitazione, Ginnastica artistica e ritmica, Indoor Rowing, Karate, Golf, Nuoto, Nuoto in acque aperte, Pallacanestro, Rugby, Tennis e Tennistavolo, oltre naturalmente al Volley. “1, 2, 3 adesso tocca a te” presenterà ai nastri di partenza due formazioni. La prima, mista, sarà guidata da Valentina Nava e potrà contare su tre fidati partner, che sono Federica Fontana, Claudio Chigioni ed Elena Oppizzi.

La seconda, tutta al femminile, è allenata da Mariella Stabilino e si gioverà di Viviana Tomaselli, Michela Di Noto e Gloria Nava. #TORniamoINcampO è il claim che accompagna questi Giochi, dal momento che segna il ritorno ai Giochi Nazionali Special Olympics in presenza, dopo il lungo periodo di distanziamento causato dalla pandemia da Covid-19. Nella città olimpica, per antonomasia, ossia Torino, gli atleti non vedono l’ora di gareggiare, con la modalità, tanto cara, da risultare un autentico grido di battaglia: con tutte le forze! La cerimonia di apertura attribuisce ulteriore appeal, dato che si terrà, domenica sera, allo Stadio Olimpico “Grande Torino”.






Questo è un articolo pubblicato il 03-06-2022 alle 17:24 sul giornale del 04 giugno 2022 - 296 letture

In questo articolo si parla di sport, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c0zg





logoEV