BERGHEM#molamia, la resilienza orobica in sella il 12 giugno

3' di lettura 12/05/2022 - “La manifestazione che presentiamo oggi è una bella pagina di storia del nostro territorio, un patrimonio della valle Seriana ma anche di tutti i lombardi. Un evento molto significativo, perché la provincia di Bergamo e in particolare questa valle, hanno sofferto particolarmente il periodo della pandemia. E’ stato un momento drammatico, che resterà impresso in maniera indelebile nella nostra memoria. Ma abbiamo saputo reagire, ripartendo facendo perno sulle migliori forze del nostro tessuto: le associazioni, le istituzioni locali, le imprese”.

Così il Consigliere Segretario dell’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale Giovanni Malanchini, ha aperto la Conferenza stampa di presentazione della terza edizione di BERGHEM#molamia, la manifestazione cicloamatoriale, patrocinata dal Consiglio regionale della Lombardia, che il prossimo 12 giugno porterà oltre 1000 partecipanti alla scoperta delle favolose valli bergamasche e bresciane su un percorso di 180 chilometri. Pensieri condivisi anche dal collega Consigliere Segretario Dario Violi, che ha ricordato come “sport, turismo e benessere vanno sempre di pari passo. Sono valori importanti per il nostro territorio, che le istituzioni hanno il dovere di accompagnare”.

Tre i percorsi a disposizione degli appassionati, battezzati in dialetto bergamasco: il Kürt di 72,3 km, di cui 13 km cronometrati e 864 metri di dislivello; il Mézz di 115 km, di cui 22,6 km cronometri e 1.148 metri di dislivello; il Lonk di 181 km, di cui 23,9 km cronometrati e 2.370 metri di dislivello. La BERGHEM#molamia è la “granfondo della rinascita”, nata da una forte volontà di rivalsa della vita sul “cigno nero” che ha sorvolato le valli bergamasche nella primavera del 2020. Una manifestazione che ambisce a far riscoprire il sapore della libertà, pur mantenendo al suo interno alcuni tratti competitivi nello spirito di un ciclismo etico e salutare. L’evento si pone due obiettivi principali: mantenere vivo nel tempo la tragedia del periodo pandemico e rendere omaggio a chi ci ha lasciato per colpa del Covid; ma anche valorizzare il territorio attraverso la sinergia vincente fra sport e turismo. La kermesse, è stata sviluppata e realizzata coniugando l’aspetto cicloturistico ed il piacere di stare in compagnia con i propri amici, abbinando la possibilità di misurarsi su 4 tratti cronometrati e una partenza senza “agonismo” con tratti di trasferimento che possono essere fatti in tutta tranquillità godendo il panorama offerto dalla natura bergamasca. Questa manifestazione, ha detto Mauro Zinetti, organizzatore e Presidente della Società ciclistica Gazzanighese asd, “nasce da un gruppo di amici e sta crescendo grazie al sostegno delle istituzioni e del territorio. Quest’anno supereremo i 1000 partecipanti e nelle prossime edizioni siamo certi di crescere ancora”.

Fra questi ci sarà anche Norma Gimondi, Vice Presidente FCI: “Partecipo dalla prima edizione – ha sottolineato la figlia del grande campione Felice Gimondi – e ci sarò sicuramente anche quest’anno. Questa granfondo - ha ricordato - è nata nel primo momento in cui è stato possibile ricominciare a vivere un po’ di normalità dopo il momento più duro e angoscioso della pandemia. Un’occasione che esprime la voglia di ripartenza che vogliamo tenere viva”.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2022 alle 15:22 sul giornale del 13 maggio 2022 - 102 letture

In questo articolo si parla di attualità, lombardia, regione lombardia, comunicato stampa

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c69A





logoEV